fbpx

Perché il Neuromarketing

 

 

Il Neuromarketing è l’applicazione delle neuroscienze al marketing, è dove il marketing incontra la scienza.
La maggior parte dei consumatori non sa perché acquista. Infatti, la ricerca scientifica sul cervello umano mostra che il 95% delle decisioni sono guidate dalle emozioni e soltanto in un secondo momento giustificate con la logica.

Gli strumenti di Neuromarketing permettono di esplorare proprio quei processi emozionali che avvengono in maniera del tutto inconsapevole e che veicolano in modo preponderante i comportamenti umani, anche quando parliamo di acquisti.
Le tecniche di Neuromarketing non devono essere viste come un’alternativa al Marketing tradizionale, bensì rappresenta il tassello mancante per completare il grande mosaico sulla spiegazione dei processi decisionali di acquisto.

Strumenti

Eye Tracker

L’eye tracking misura dove posiamo lo sguardo, rilevando i riflessi della luce nella pupilla e nella cornea. Attraverso questa misurazione è possibile ottenere precise informazioni sui movimenti oculari e sulle fissazioni, utili a valutare i processi attenzionali, a comprendere i pattern di esplorazione dell’occhio umano, a osservare quali elementi vengono ignorati e molto altro.

L’attività elettrodermica (EDA; nota anche come Galvanic Skin Response, o GSR) misura l’attività elettrica condotta attraverso le ghiandole sudoripare della pelle.
La frequenza cardiaca (HR-Heart Rate) può essere utilizzata per fornire informazioni sullo stato psicofisiologico di un partecipante, riflesso nell’attività della frequenza cardiaca. L’insieme di queste informazioni, dettate dall’attività del sistema nervoso autonomo (SNA), fornisce un’indicazione dell’intensità di un’emozione vissuta e dello stato psicofisiologico dell’individuo.

GSR/HR

FEA

Uno degli indicatori più forti delle emozioni è il nostro viso, attraverso il quale impariamo a esprimere cosa proviamo sin da bambini. Il Facial coding è la misurazione di queste emozioni attraverso le espressioni del viso. Attraverso una semplice webcam è possibile registrare le microvariazioni nelle espressioni facciali e ottenere importanti insight sull’impatto emotivo suscitato nell’individuo.